2021-11-17
Olga Gorbunova

Il difensore dei diritti umani bielorusso Olga Gorbunova è stata detenuta a Minsk il 9 novembre 2021. È l’ex capo dell’ONG ‘Radislava’, fondata nel 2002 per aiutare e sostenere le donne che soffrono di violenza domestica e del genere. Olga è accusata di aver organizzato le marce in difesa dei diritti delle donne nell’estate del 2020 a Minsk. Se reputata colpevole, rischia fino a tre anni di carcere.

I parenti di Olga Gorbunova non sono riusciti a passarle altro che medicine: la polizia non ha accettato nemmeno vestiti caldi. Allo stesso tempo, nella cella fa freddo, non ci sono materassi e coperte e non ci sono prodotti per l’igiene. Gorbunova sta tenendo sciopero della fame in segno di protesta contro la detenzione illegale. Lo ha riferito il suo avvocato, che cercava una visita da più di una settimana.

L’organizzazione Front Line Defenders ha fatto una dichiarazione in cui chiede alle autorità bielorusse di rilasciare Olga Gorbunova e fermare la persecuzione di tutti i difensori dei diritti umani in Bielorussia.