2022-05-31
Валерий Ковалевский. Фото: t.me/cabinetST

A Kiev è stato creato un ufficio di rappresentanza ufficiale di Svetlana Tikhanovskaya, che lavorerà in modo permanente, stabilendo legami con le autorità ucraine e proteggendo gli interessi dei bielorussi in Ucraina. In precedenza, una delegazione delle forze democratiche bielorusse aveva già visitato Kiev, aveva tenuto una serie di incontri e portato carichi umanitari per i volontari bielorussi che difendono l’Ucraina.

Valeriy Kovalevskiy, capo dell’ufficio di Tikhanovskaya, ha detto che l’obiettivo principale della rappresentanza è stato quello di stabilire un dialogo permanente, di parlare della situazione in Bielorussia, di dire che la repressione continua e di sottolineare che Lukashenko non rappresenta Belarus, che il popolo bielorusso non è dietro il coinvolgimento di Lukashenka nella guerra contro l’Ucraina. Il diplomatico ha aggiunto che ad oggi, l’ufficio di Svetlana Tikhanovskaya è l’unico ufficio di rappresentanza ufficiale della Bielorussia in Ucraina. L’ambasciata di Lukashenka ha lasciato Kiev subito dopo l’inizio della guerra, e il ritorno dei diplomatici sarà problematico in quanto non saranno i benvenuti in Ucraiba, ritiene Kovalevsky.

È importante che l’ambasciata sostenga i cittadini bielorussi che sono rimasti in Ucraina o che quei bielorussi che vorranno tornare in Ucraina. Secondo varie stime, il numero di bielorussi in Ucraina prima della guerra era di circa 50.000 persone. Molti di loro sono rimasti nel pese e sono impegnati in attività di volontariato o partecipano contro le ostilità russe in Ucraina.

.