2022-04-16
Mark Bernstein. Archivfoto: Sjarhej Michalenko
Марк Берштейн. Архивное фото: Sergey Mikhalenko

Pavel Pernikau, 30 anni, editore di Wikipedia, è stato condannato a Brest. È stato accusato di screditare la Bielorussia modificando gli articoli di Wikipedia sul coinvolgimento delle forze di sicurezza bielorusse nell’omicidio della giornalista Veranika Cherkasava nell’ottobre 2004 e la morte del suo connazionale Gennady Shutov. Inoltre, secondo l’accusa, Pernikov ha screditato le autorità bielorusse sul sito web della Società Internazionale per i Diritti Umani (ISHR). Un anno fa vi apparve un articolo che iniziava con le parole: “La gente viene torturata e uccisa nel centro dell’Europa. Il materiale sosteneva che nelle strutture di detenzione bielorusse avvenivano torture e omicidi per colpa delle amministrazioni. Questo è confermato dal rapporto delle Nazioni Unite del 17 marzo 2022. L’imputato si è dichiarato non colpevole in tribunale. Il giudice lo ha condannato a due anni in una colonia di regime generale.

Alcuni dicono che degli estranei hanno preso il controllo dell’account di Pernikov: alla fine di dicembre qualcuno a suo nome aveva rimosso da Wikipedia le menzioni della repressione dei giornalisti, delle sanzioni contro Lukashenko e dei prigionieri politici bielorussi.

Un altro wikipediano, Mark Bernstein, 56 anni, è stato arrestato nel marzo 2022 a Minsk. Mark Bernstein, conosciuto con il nickname Pessimist2006, era un attivo redattore di Wikipedia. Ha contribuito con oltre 200.000 modifiche a vari articoli dal 2008. È uno dei primi 50 autori nel segmento di lingua russa. Dopo che un canale filo-governativo russo Telegram ha riferito che le azioni di Bernstein rientravano nella nuova legge russa sulle “fake news”, è stato aperto un procedimento penale contro di lui. Gli attivisti per i diritti umani lo hanno dichiarato prigioniero politico.

In seguito agli arresti, i collaboratori di Wikipedia in Russia e Bielorussia sono stati invitati ad adottare misure precauzionali rafforzate. Gli è stato consigliato di pubblicare articoli sulla guerra che la Russia ha scatenato contro l’Ucraina solo da conti aggiuntivi.