2021-06-15
Il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier e Svetlana Aleksievich durante la cerimonia di premiazione a Berlino.

Uno dei più alti riconoscimenti in Germania è stato consegnato alla scrittrice bielorussa, premio Nobel Svetlana Aleksievich. Aleksievich ha ricevuto l’Ordine al merito per la Repubblica federale di Germania. Ha ricevuto la Gran Croce di I° grado dalle mani del Presidente della Repubblica Federale di Germania Frank-Walter Steinmeier.

Steinmeier nel suo discorso ha toccato i molti mesi di proteste in Bielorussia. «Il volto di una donna è il volto di un desiderio pacifico, coraggioso e ancora brutalmente represso per il futuro», ha sottolineato il capo dello Stato.

Secondo Aleksievich, l’opposizione è stata cacciata dalla strada, e molti di loro anche dal paese, ma i manifestanti non accetteranno mai il ritorno alla schiavitù: «Non saranno mai più chi erano fino all’estate del 2020».

Tra le opere più famose della scrittrice ci sono i libri «La guerra non ha un volto di donna», «Ragazzi di zinco» e «Preghiera per Černobyl’». Ora Aleksievich sta lavorando su un nuovo libro dedicato alla «rivoluzione dal volto di donna», sulle proteste di massa contro il regime di Lukashenko, iniziate nell’agosto 2020.

Dopo l’inizio delle proteste di massa nel 2020 contro le elezioni presidenziali truccate, Aleksievich è entrata nel presidio del Consiglio di coordinamento, che è stato creato su iniziativa della leader dell’opposizione Svetlana Tikhanovskaya. Tutti e sette i membri del presidio o sono stati arrestati (Maria Kolesnikova, Maxim Znak) o sono stati costretti a lasciare il Paese.