2021-07-01
«Shkonka» (pancaccio) nel centro di detenzione. Abbozzo fatto da un prigioniero politico.

Secondo le informazioni del centro per i diritti umani Viasna, nel mese di giugno hanno proseguito le detenzioni dei partecipanti di proteste pacifiche in Bielorussia, nonché le detenzioni arbitrarie dei cittadini per l’utilizzo di simboli bianco-rosso-bianchi, anche nelle abitazioni private. Nel mese di giugno sono state arrestate 246 persone e sono stati segnalati almeno 94 arresti amministrativi, per un totale di 1.477 giorni.

Durante il mese, i tribunali hanno condannato almeno 125 persone in cause penali a sfondo politico. Il monitoraggio dei processi condotto da volontari e avvocati del centro per i diritti umani Viasna ha rivelato numerose violazioni dei principi del processo equo. Di particolare preoccupazione sono i numerosi fatti di maltrattamenti e condizioni di detenzione disumane nei centri di detenzione preventiva. Gli esperti di diritti umani li considerano torture.