2021-11-24
Svetlana Tikhanovskaja.

24 novembre 2021 Svetlana Tikhanovskaya parlato in una sessione del Parlamento europeo. Il suo discorso è durato 30 minuti. Il politico bielorusso ha affermato che l’Unione europea dovrebbe essere più dura nei confronti delle autorità bielorusse. Tikhanovskaya ha ricordato che mentre l’Europa è in dubbio, le repressioni in Bielorussia si sono intensificate: la società civile nel paese è stata schiacciata, come lo sono stati i media indipendenti, attivisti, giornalisti, attivisti per i diritti umani, e gente comune che ha osato esprimere la propria opinione diversa dal parere dell’attuale governo. Sono centinaia gli incarcerati dopo le elezioni del 2020.

Secondo Svetlana Tikhanovskaya, di fronte a una sfida, puoi fermarti, essere paralizzato dalla paura, oppure puoi «prendere il destino nelle tue mani e cambiare le sorti della storia europea». Dall’agosto 2020 sono stati fatti molti passi simbolici e dichiarazioni di solidarietà, ma ora, ha sottolineato il politico, è tempo che l’Europa avvii un’azione decisiva e non aspetti un altro anno, perché né i bielorussi né gli europei hanno quest’anno a disposizione. Tikhanovskaya ha più volte criticato l’UE per la sua mite reazione alle azioni delle autorità bielorusse, in particolare alle frequenti «espressioni di profonda preoccupazione». “Pensate che queste persone (in Bielorussia) capiscano cosa intendiamo quando parliamo di lunghe procedure burocratiche e complicate diplomazie nell’UE? Pensate che dichiarazioni di profonda preoccupazione diano loro speranza e fiducia?” – ha notato.

Tikhanovskaya ha paragonato il regime di Lukashenka ad un virus che cerca di schiavizzare l’intero corpo e ha proposto tre fasi per liberarsene: l’isolamento (non riconoscimento), il trattamento (privazione di risorse) e la formazione dell’immunità (espansione dell’assistenza alla società civile). Inoltre, ha esortato a non riconoscere alcun accordo firmato dalle autorità attuali di Minsk, a non nominare nuovi ambasciatori in Bielorussia, a non invitare i rappresentanti bielorussi a eventi sportivi o culturali e anche a sospendere la partecipazione del paese all’Interpol.

I deputati europei hanno reagito al discorso di Tikhanovskaya con una standing ovation, durata circa un minuto.